Solo tre dita scrivono, ma è l’intero cervello che lavora. La penna è più potente della parola.

Durante il disegno le aree cerebrali nella regione parietale e occipitale presentano attività spesso associate alla creazione delle condizioni ottimali per l’apprendimento oltre che al coinvolgimento di processi cognitivi superiori, come la formazione delle idee.

L’uso di computer portatili in classe è controverso: molti insegnanti ritengono che i computer siano una nota negativa per l’apprendimento da parte degli studenti.

I laptop potrebbero risultare dannosi per il rendimento in quanto incidono sulle modalità e sulla qualità degli appunti presi durante la lezione.

Fino a pochi anni fa la ricerca si era concentrata su due modi in cui prendere appunti e sul modo di influenzare l’apprendimento: codifica e memoria esterna. La teoria della memoria esterna prende in considerazione i vantaggi possibili di ripassare i contenuti (anche da appunti presi da altri). La teoria della codifica, sostiene che l’apprendimento e la memoria vengono potenziate quando gli appunti sono presi in prima persona elaborandoli.

Le tecniche per prendere appunti possono essere generative (per esempio riassumere, parafrasare) o non generative (trascrizione passiva).

In genere si è sempre ritenuto che prendere appunti parola per parola sia sintomo di un’elaborazione cognitiva superficiale. Quanto più profonda è l’elaborazione delle informazioni durante la presa di appunti, tanto maggiori saranno i vantaggi derivanti dalla codifica.

La ricerca scientifica ha dimostrato che prendere appunti in modo non generativo è presagio di un rendimento più basso a chi usa la tecnica generativa, in particolare per i contenuti integrativi e concettuali.

L’uso di computer portatili facilita la trascrizione passiva dei contenuti delle lezioni, in quanto molti studenti sono più veloci a digitare sulla tastiera che a scrivere a mano. Questo però potrebbe ridurre i vantaggi derivanti dalla codifica evidenziati dagli studi già condotti sulla presa di appunti.





Anche un nuovo studio ha affrontato il tema della presa di appunti con computer e penne digitali. Gli autori sostengono che sia probabile che chi prende appunti scrivendo a mano metta in atto maggiori elaborazioni mentali di chi prende appunti con un computer, trovandosi costretto a selezionare le informazioni più importanti. Sorprendentemente, i ricercatori hanno riscontrato risultati simili anche dopo aver esplicitamente istruito gli studenti ad evitare di prendere appunti parola per parola, il che suggerisce che la voglia di farlo, quando si digita su una tastiera sia difficile da superare.

Inoltre hanno potuto appurare che gli studenti che avevano preso appunti a mano, anche dopo una settimana, hanno “battuto” i loro colleghi che usano il laptop, quando ai partecipanti al test è stata data la possibilità di rivedere i loro appunti prima di partecipare a un nuovo test di verifica. Ancora una volta, quanto più gli appunti erano stati presi in modo letterale, tanto peggiori sono risultate le prestazioni quando si trattava di rispondere a domande concettuali. I risultati inoltre hanno dimostrato che quando i soggetti scrivevano con una penna stilo utilizzavano parti diverse del cervello rispetto a quando digitavano sulla tastiera. All’uso della penna corrispondeva l’attivazione di aree del cervello più profonde, con effetti molto positivi sull’acquisizione di nozioni. Lo studio sottolinea il potere della penna per l’apprendimento, in un’epoca in cui molti studenti usano ormai solamente il portatile per prendere appunti.

In definitiva consigliamo di reintrodurre la presa di appunti a mano, non solo nelle scuole, ma anche ed in modo particolare nelle aziende.

Sbagliavamo quando si pensava che l’umile penna potesse scomparire dal nostro mondo per cedere il passo alla tastiera: in realtà è uno strumento indispensabile, così come lo è stato per molte generazioni prima di noi. Forse non dovrebbe sorprendere che l’acquisizione e l’interiorizzazione delle nozioni possano migliorare grazie a un gesto naturale, come prendere appunti a mano”.





SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL!