Rimuovere le nostre informazioni personali da internet è molto difficile, ma ci sono alcuni passaggi che potete fare per rimuovere i dati (almeno quelli dove tutti possono accedere).

Se pensate che rimuovere le informazioni personali dal web non sia importante, allora cercate su Google il vostro nome, inserendo, dettagli come la città dove vivi, dove lavori.

Se siete come la stragrande maggioranza, la paginetta dei risultati sarà una sorpresa, croce e delizia perché piena di dati, se hai partecipato ad un concorso e te ne sei dimenticato, o sei in una lista in attesa di chissà che cosa, o in una semplice graduatoria, allora la sorpresa sarà massima. Vedrai che in bella evidenza ci saranno tutti i parenti amici che hanno partecipato magari ad una raccolta fondi e per terminare indirizzi numeri di telefono ed altre notizie. Questi dati offrono a chiunque faccia una ricerca online rapida una serie di informazioni che, in un mondo pieno di raggiri e truffe, può diventare un problema.

Su questo si può intervenire sia su Google che in altri siti. Se si hanno altre ragioni di preoccupazione, ad esempio minacce alla sicurezza, uno stalker, allora, altre sono le strade da percorrere, come consiglio è di farlo immediatamente.

Per il resto, vi può aiutare Stop Data Mining Me, che dispone del proprio elenco di opt-out, e il World Privacy Forum, un’organizzazione senza scopo di lucro, che aiuta alla protezione della privacy e raggruppa quelli che definisce i 10 migliori opt-out: una dettagliata guida passo-passo per rimuovere le informazioni dai broker di dati del mondo. Questi sono solo alcuni esempi.

Ripetiamo ancora una volta che questa non è la soluzione definitiva, tuttavia, bisogna ritagliarsi del tempo libero, ed invece di scorrazzare allegramente sul web o librarsi come libellule innamorate, dedicarsi a proteggere meglio la nostra privacy.

Abbiamo imparato dagli uomini di sapienza che dicevano, che è meglio proteggere i propri dati prima, che doverli cancellare in un secondo momento. E’ meglio prevenire che curare, per chi non lo ricordasse.

Foto credit: Dayne Topkin on Unsplash





SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL!