I Dipendenti sono i migliori rappresentanti del tuo brand
La comunicazione dell’azienda è di primaria importanza per affermare il proprio brand sia verso il pubblico di riferimento, che con i propri dipendenti. La comunicazione consente di stabilire forti legami, puntando sul coinvolgimento e creando fidelizzazione.
Quella fidelizzazione che crea il più elevato grado di soddisfazione del cliente e del personale.

Riferita ai dipendenti, può farsi tassello di costruzione del successo aziendale.
Le aziende, piccole, medio o grandi, devono generare sempre più il benessere dei propri collaboratori, in maniera da sostenere e dare un contributo all’identità e ai valori del marchio.
Il personale che lavora per Voi, deve essere considerato come un vero e proprio ambasciatore del brand, perché Luigi o Martina soddisfatti e felici, diventeranno facilmente buoni comunicatori, mettendo in evidenza, in modo naturale i dati positivi dell’azienda.
Nelle aziende si devono coltivare dipendenti motivati e soddisfatti, in termini tecnici: “felici” e performanti.
Generare in loro il senso di appartenenza, dare la responsabilità degli obiettivi che si intendono raggiungere. Non dare solamente un posto di lavoro, dove si fanno delle cose, ma comunicare il risultato da raggiungere, la consapevolezza di dover rispondere degli effetti di azioni proprie dando la possibilità di portare anche un contributo di idee.
Comunicare, comunicare, comunicare: i dipendenti sono umani senzienti e in questo modo vanno trattati.
Dire come stanno le cose, specialmente quando non sono buone notizie; voci incontrollate possono fare più danni di un terremoto.
La condivisione rafforza la sensazione nei dipendenti di essere una parte importante del team.

L’importanza della comunicazione interna è cresciuta in modo straordinario, ed avendo la soddisfazione dei collaboratori, è più facile stabilire anche la media policy legata ai canali social.
La Social Media Policy Interna fornisce le principali norme di comportamento che tutto il personale, ed anche i professionisti esterni, sono tenuti ad osservare quando utilizzano i social media e pubblicano contenuti e commenti, sia che questo faccia parte del proprio lavoro, e avvenga tramite un account aziendale sia quando con un account personale si parla comunque dell’attività o del ruolo svolto all’interno dell’Azienda contribuisce al rafforzamento del brand.
Un singolo lavoratore che utilizza in modo sbagliato il suo profilo rischia infatti di danneggiare se stesso e l’azienda per cui lavora. Non si tratta di mettere in atto un controllo ma di spiegare i possibili rischi legati alla propria immagine digitale.
L’utilizzo scorretto dei canali social, infatti, può danneggiare anche gravemente la brand reputation e, di conseguenza, dei professionisti che vi lavorano e, può esporre anche a danni diretti o indiretti, come richieste di risarcimento, nel caso vengano pubblicati contenuti lesivi del diritto d’autore e di proprietà intellettuale. Una Social Media Policy chiara ed efficace deve quindi tutelare tutti. In definitiva, nel web non esiste separazione tra pubblico e privato.





SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL!