come scegliere il tone of voice

Cosa è il Tone of  Voice nella propria Strategia di Comunicazione?

Oggi se vuoi diversificarti devi trovare la tua identità verbale, che prevede il nome della tua azienda, il payoff e il Tono di Voce. Oggi ci concerteremo su quest’ultimo.

Si sente molto parlare di Tone of Voice nella Comunicazione Aziendale.
Anche quando non viene effettivamente ascoltata la nostra voce dal vivo, come nel caso in cui scriviamo sui Social, sul nostro sito web o sulle mail, alla lettura viene dato un Tono di Voce che si rifà all’emittente, per far si che venga interpretato da tutti allo stesso modo è bene definirlo.

Il ToV è lo stile di comunicazione con cui un Brand si rivolge al suo pubblico. È un elemento fondamentale perché ci rende distinguibili e riconoscibili sia ai nostri Clienti, che dai Competitors.

Ma perché il Tono di Voce è così importante?

Perché è parte integrante del tuo Brand, come la voce di una persona. E’ un elemento fondamentale nella strategia dell’Azienda, è la componente della scrittura più emotiva che parla ai clienti. Ci aiuta infatti a comunicare i valori del nostro Brand e gli obiettivi che ci siamo posti. Inoltre è utile per costruire una personalità aziendale o rafforzare la nostra reputazione.
Ogni azienda ne deve scegliere uno e dovrà essere lo stesso su tutti i canali, facendo però attenzione a declinare la comucazione in base al social media è diverso, ma il tono di voce dell’azienda deve essere lo stesso, deve essere unico.

Quali sono gli elementi fondamentali per costruire il tono di voce?

Il primo elemento fondamentale è l’identità aziendale, indispensabile per far capire chi sei, a che tipo di attività ti dedichi e, come lo fai.

Altro punto su cui concentrarsi è a chi ti rivolgi. Se il target sono i giovani, non potrai parlare in modo istituzionale, freddo e con termini arcaici, o viceversa se ti riferisci ad un pubblico di professionisti.
Dovrai definire (se non lo hai già fatto) gli obiettivi della tua comunicazione: un tono di voce studiato, ti aiuterà anche nello storytelling del tuo Brand (se non sai cosa è puoi scoprirlo qui). Un tono amichevole o colloquiale è l’ideale per un artigiano, che raccontando i suoi prodotti lo aiuterà a vendere.

Noi consigliamo di fare una analisi del tuo pubblico di riferimento e della tipologia di attività, in modo da tracciare il linguaggio da utilizzare. Per trovare il tuo tono di voce dovrai fare un grande lavoro di analisi e studio sulla tua Azienda.
Il tono di voce che andrai a definire, sarà determinante per differenziare la tua attività e renderla unica e riconoscibile. Il Tov deve rappresentarti.

Un esercizio che ti può aiutare a capire quale è il tuo tono di voce sul web è immaginarti di parlare con il Cliente ideale: come parli con lui? Con un tono confidenziale, istituzionale e formale, oppure scherzoso?
Questo ti aiuterà a sentirti sulla stessa lunghezza d’onda del cliente.

Esempi sul tono di voce: Nike e Ceres

Nike è un brand sportivo con un tono di voce che ricorda un Eroe: una personalità in continua sfida e che vuole essere fonte di ispirazione per tutti. È un tono di voce idealistico e mitologico, che da carica ed energia per affrontare i match e che non si ferma di fronte alle sfide più grandi. Mentre leggi “Just do It”, lo hai letto nella tua mente con un tono scherzoso e infantile, oppure con un tono deciso e stimolante? Ecco questo è il tono di voce.

Vediamo un altro esempio: Ceres.
Il noto brand della birra si è sempre distinto per il suo Tono di Voce provocatorio, ironico e soprattutto perfettamente coniugato con tutto ciò che accade in tempo reale (real time marketing). Ha scelto di avvicinarsi al consumatore con uno stile giovanile e divertente, giocando su tematiche quotidiane e stereotipi sociali.

Per parlare con i nostri Clienti, dobbiamo avere la nostra Voce.

E il tuo Business che Tono di Voce ha?

Contattaci per costruire insieme il tuo ToV.


tone of voice aziendale niketono di voce marketing cosa è


SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL!