Se quello che vuoi comunicare arriva nel modo sbagliato, non verrà compreso, né sostenuto.

La Comunicazione, in un’Azienda, è la componente essenziale per ottenere risultati e successo.

Ecco i nostri 10 consigli di comunicazione per strutturare messaggi efficaci

  • Scegli con cura il tono di voce. Prima di iniziare a Comunicare è importante capire a quale pubblico ci si stia rivolgendo e studiare di conseguenza i propri messaggi
  • Scendi pure nel personale. Le persone non si aprono a coloro di cui non si fidano. Chiedere fiducia non funziona, si conquista comunicando con trasparenza ed autenticità
  • Comunica con chiarezza. A messaggi troppo articolati e confusi, preferisci sempre La semplicità.
  • Condividi valore. I migliori comunicatori propongono idee, ispirano azioni e promuovono la creatività basandosi su bisogni e desideri reali del Cliente.
  • Tieni la mente aperta. La chiusura mentale è il più grande limite alle nuove opportunità. La diversità è un valore inestimabile, confrontarsi con chi ha opinioni diverse dalle nostre ci arricchisce e genera la vera sinergia. Siate aperti al dialogo e alla critica per trarne stimoli creativi
  • Resta in silenzio. I grandi Comunicatori sanno quando parlare e quando è il momento di tacere ed ascoltare. Inviare messaggi insistentemente e pressantemente non produce risultati. Ascolta il tuo mercato e i bisogni dei tuoi consumatori.
  • Elimina “io”. Si inizieranno a vedere risultati nella Comunicazione, quando riuscirai a mandare messaggi ricchi di empatia.
  • Leggi tra le righe. I grandi Comunicatori, hanno la capacità di intuire e comprendere anche ciò che non si dice, non si vede o non si sente. Oggi è di moda la comunicazione istantanea, tutti sembrano avere fretta di comunicare ciò che pensano senza riflettere sul valore dei messaggi degli altri.
  • Sii padrone, di ciò che stai comunicando. Sviluppa padronanza nel tuo settore. Se non possiedi esperienza in materia, le persone non ti daranno fiducia. Il Buon Comunicatore affronta con professionalità sia il “cosa” che il “come” del messaggio.